Tappa 40 – Bronte / Capizzi

Agosto

23

  • Mercoledì, 23 agosto
  • 8.30 - Partenza da Bronte
  • 12.30 - Arrivo a Capizzi
  • 13.00 - Saluti e Conferenza Stampa

PROGRAMMA

Ore 8.00 ritrovo di fronte al Municipio di Bronte; saluto Autorità locali e partenza.

Partenza ore 8.30 da Municipio di Bronte - Via Arcangelo Spedalieri, 36
Arrivo ore 12.30 a Municipio di Capizzi - Piazza Umberto I, 10

ore 13.00 - Saluti e Conferenza Stampa

Interventi
Giacomo Leonardo Purrazzo - Sindaco di Capizzi
Michele Pitronaci - Sindaco di Cerami
Fabio Venezia - Sindaco di Troina
Salvatore Calì - Sindaco di Cesarò
Salvatore Agliozzo - Sindaco di San Teodoro


SERVIZI TAPPA
Ristoro: previsto alla partenza e all'arrivo
Bagni: ubicati nei pressi dell'arrivo della tappa

Ti piace andare in bicicletta, partecipa con noi al Bike Tour e promuovi l'Appennino!

Partecipa!

L'adesione al ciclo-viaggio è gratuita ed è possibile partecipare liberamente con la propria bicicletta (mtb, corsa, e-bike).
Il traffico veicolare è aperto e vige l'assoluta osservanza del Codice della Strada. E'
 consigliato comunicare la propria partecipazione. 

 

 

 

Descrizione tappa
Lunghezza percorso: 63,8 km
Dislivello: 1.579 metri
Altitudine Partenza: 729,36 metri
Altitudine Arrivo: 1.075,14 metri
Altitudine Massima: 1.075,14 metri
Il percorso attraverserà Bronte, Maletto, Caesarò, San Teodoro, Cerami, Capizzi.

© Mapbox © OpenStreetMap Improve this map

STRUTTURE RICETTIVE

Piro Giammiria - Via Vespri, 20 - Cell. 334 1501227
Baglio dei Gerani - Via Roma, 104 - Cell. 333 9092248
A.C. Nebrodi - Via Vespri, 140 - Cell. 338 2641951
Agriturismo Iraci Fuintino - C.da Crocette - Cell. 333 2723112
Agriturismo Montesoprano - C.da Monte Soprano - Cell. 349 7383928
La Perla di Pancallo - C.da Pancallo - Cell. 339 7098713

 

POMERIGGIO ALLA SCOPERTA DEL TERRITORIO

LUOGHI CONSIGLIATI

Bosco della Tassita
Parco dei Nebrodi Capizzi (Me)
Luogo di eccezionale valore naturalistico, con la presenza di un popolamento monumentale di Taxus baccata. Si tratta di una particolare conifera, relitto dell’era terziaria, che soltanto sui Nebrodi, e, in particolare, in questo sito, si è conservata in modo apprezzabile fino ai nostri giorni.
(Per informazioni: Associazione Escursionistica Sentieri Innovativi sentierinnovativi@tiscali.it Giacomo Giaimi 3381450210 - costi da concordare)


Pizzo Fau

Parco dei Nebrodi
Una delle più fitte e belle faggete dei Monti Nebrodi (Fau, in gergo locale, identifica la pianta di faggio). Lungo i sentieri delle sue pendici si possono ammirare magnifici boschi e ragguardevoli esemplari di faggi, querce ed aceri.
(Per informazioni: Ass. Naturalistica I Nebrodi  -  www.inebrodi.it  -  info@inebrodi.it  -  Cell. 348 5431229 - costi da concordare)


Monte Pelato
Parco dei Nebrodi
Localizzato in corrispondenza della “Dorsale dei Nebrodi”, importante anche dal punto di vista storico, durante la II guerra mondiale. Ma da visitare soprattutto per gli strepitosi panorami a 360 gradi che si possono godere dai suoi 1560 metri.
(Per informazioni: Ass. Naturalistica I Nebrodi  -  www.inebrodi.it  -  info@inebrodi.it  -  Cell. 348 5431229 - costi da concordare)


RNO Sambughetti-Campanito

Riserva Naturale Orientata Sambughetti – Campanito Nicosia (En)
Riserva Naturale istituita a protezione di un relitto di faggeta e dei laghetti, tra i quali un laghetto posto a oltre 1350 metri s.l.m. Tra le rocce della contrada San Martino si intuisce un acquedotto medievale, mentre dall’alto della cima di Rocca Campanito, raggiungibile mediante i resti di un’antica scala, si possono vedere i grandi cerchi di pietrame che un tempo servivano per coprire i cumuli di neve che in estate avrebbero garantito la provvista di ghiaccio ai paesi della valle.
(Per informazioni: Associazione Escursionistica Sentieri Innovativi sentierinnovativi@tiscali.it Giacomo Giaimi 3381450210 - costi da concordare)

 

Aula Consiliare Municipio di Capizzi
Piazza Umberto I
Occupa la parte superiore dell’ex chiesa dell’Annunziata risalente al 1432-1458.
Nei locali si possono ancora ammirare interessanti affreschi attribuiti al Pavone (1792).
(Per informazioni Tel. 0935 933315)


Santuario di San Giacomo Apostolo Maggiore

Piazza Umberto I°
Edificio costruito intorno al 1500 su un preesistente convento di Domenicani.
La volta della navata centrale riporta degli affreschi del Crestadoro, mentre nelle navate laterali si possono ammirare quadri di pregio.


Chiesa Madre

Piazza del Plebiscito
Il tempio venne costruito su una preesistente chiesa di epoca bizantina e di minori dimensioni.

 

Torrione medievale
Salita del Torrione
Antica vedetta accorpata all’Ospedale dei Pellegrini, già esistente in epoca normanna, oggi Ostello della gioventù.


Museo Di arte Sacra

Piazza dell’Oratorio
Il museo occupa i locali dell’ex Compagnia dei Bianchi poi dell SS.mo Sacramento. Gli affreschi sono del 1750. Interessante è la tela del Viatico al letto dell’infermo.


Palazzo Russo-Larcan

Piazza del Plebiscito
Palazzo storico il cui primo impianto risale al 1600. Interessante è ciò che rimane delle pitture delle volte e delle rifiniture.


Troina

Da qualunque parte si giunga a Troina, la maestosità del paese antico è un colpo d’occhio di notevole suggestione. Dal quartiere storico, detto comunemente “Piazza”, si possono ammirare panorami veramente unici e indimenticabili: a est l’Etna con la sua imponenza che quasi intimorisce, a sud-est il mar Ionio e la costa lungo il Golfo di Augusta, a nord i boschi dei Nebrodi che si uniscono a est con le Madonie.


Leonforte

Leonforte è un paese della provincia di Enna, nel cuore della Sicilia e degli Erei. Si estende sul pendio di una collina e arriva a 700 m.s.l. nella sua parte più alta che è il centro storico.


Nissoria

La Storia di Nissoria è legata a due diverse zone del suo territorio, il soleggiato altipiano, tra le verdi vallate occupato dall'attuale centro abitato, e la contrada oggi denominata "Torre", che fin dal VI secolo ospitò l'antica Nysura, colonia fondata da immigrati di stirpe orientale, i bizantini, che introdussero il culto di S. Gregorio, rimasto venerato protettore di Nissoria fino al 1855. Nell' anno 1746 ad opera di Francesco Rodrigo Moncada Ventimiglia Aragona, principe di Paternò, ebbe inizio la fondazione dell'odierna Nissoria.


Agira

Agira (Aggira o Sanfulippu d'Aggira in siciliano) è un comune italiano di 8.314 abitanti della provincia di Enna in Sicilia. Sorge sul sito della greca Agyrion (Ἀγύριον in greco antico, Agyrium per i Romani).


Cerami

Le origini del borgo sono antiche, e con ogni probabilità risalgono ai greci. I reperti archeologici venuti alla luce nei saggi di scavi effettuati in via Roma nel 1971 fanno collocare le origini di Cerami tra il IV ed il V secolo a.C. La carenza di fonti impedisce la ricostruzione della storia delle origini di Cerami.


Assoro

La città di Assoro tradizionalmente sarebbe stata fondata dai Siculi, ma l'assoluta non trasparenza del nome nelle lingue di ceppo latino siculo, fanno propendere per una fondazione pre indoeuropea precedente all'arrivo delle popolazioni sicule che, invece, la occuparono stabilmente almeno dall'età del bronzo. Si erge sul Monte "La Stella", a 900 metri di altitudine nella provincia di Enna in Sicilia. La frase "Viri Fortes et Fideles", scritta da Cicerone riferendosi agli assorini, è riportata ancora oggi nello stemma di Assoro, caratterizzato da tre monti italici illuminati da una stella. E' identico a quello dei Benedettini di Catania, che ressero Assoro per circa un millennio.


Nicosia

Nicosia è un comune italiano di 14.629 abitanti della provincia di Enna in Sicilia.Nicosia è, assieme a Troina, il comune più settentrionale della provincia di Enna. L'origine antica di Nicosia è incerta; Engio, Erbita e Imachara sono le tre città dell'antichità con cui gli storici hanno cercato di identificare Nicosia, ma non esistono prove certe.

 

EVENTI IN PROGRAMMA

Il bosco della Tassita e il sentiero tematico del carbone
DOVE: Parco dei Nebrodi Capizzi (Me)
DESCRIZIONE: Uno splendido itinerario immerso in una fitta faggeta al di sopra dei 1.500m s.l.m. che un tempo veniva percorso dai carbonai; lungo il sentiero sono riprodotte le varie fasi di produzione del carbone che per secoli ha costituito una delle principali fonti economiche per le popolazioni dei Nebrodi; il sentiero che verrà percorso entrerà dentro il suggestivo bosco della Tassita, dove si potranno ammirare splendidi esemplari di Taxus baccata, faggi, aceri monumentali e agrifogli, tutti inseriti in un contesto ambientale di notevole pregio naturalistico.
CONTATTI: Associazione Escursionistica Sentieri Innovativi sentierinnovativi@tiscali.it Giacomo Giaimi 3381450210 - costi da concordare

I panorami di Monte Pelato
DOVE: Parco dei Nebrodi
DESCRIZIONE: L'itinerario a piedi ha inizio dalla suggestiva 'area attrezzata della Sorgente Nocita (1420 m), in territorio di Capizzi, immersa nel bosco, per guadagnare in breve il crinale dei Nebrodi, a quota 1500 circa, percorrendo una carrata. Si proseguirà quindi verso Est, nella frescura della faggeta e senza grossi dislivelli, fino ad ad arrivare alla base di Monte Pelato. Da qui ha inizio un breve tratto in fuoripista attraverso un ripido sentiero che ci condurrà fino alla vetta di Monte Pelato (1566 m). Quel po' di fatica è compensata dalla possibilità di apprezzare, con il cielo limpido, uno dei panorami più belli dei Nebrodi, che spazia a 360°: Isole Eolie, Monte Soro, Etna, Iblei, Erei, Madonie e un ampio tratto di Dorsale. Ritornati sulla strada carrata, proseguiremo in discesa fino alla Caserma Mafauda per rientrare fino all'area della Nocita. Qui si potrà usufruire dei numerosi tavoli e panche in legno, nonchè di una sorgente d'acqua freschissima.
CONTATTI: Ass. Naturalistica I Nebrodi - www.inebrodi.it - info@inebrodi.it - Cell. 348 5431229 - costi da concordare

La Faggeta di Pizzo Fau
DOVE: Parco dei Nebrodi
DESCRIZIONE: L’ Itinerario si svolge a cavallo tra i due versanti della catena dei Monti Nebrodi, tra i territori di Caronia e Capizzi, percorrendo anche un tratto del sentiero della Dorsale, nel folto della suggestiva faggeta di Pizzo Fau, una delle cime più alte dei Nebrodi (1686 m s.l.m.). Oltre al magnifico bosco, con esemplari di faggio anche maestosi, durante l’itinerario potremo ammirare bellissimi scorci panoramici sulle vallate. Il percorso a piedi ha inizio imboccando una carrata che dal versante Sud risale fino alla dorsale, per poi proseguire fino alla zona di Pizzo Fau, Pizzo Poiia e Serra del Tripodo, da cui si dominano ampi panorami fino alla costa tirrenica. Il ritorno avverrà lungo la stessa via dell’andata, ma sono possibili delle avventurose varianti fuoripista.
CONTATTI: Ass. Naturalistica I Nebrodi - www.inebrodi.it - info@inebrodi.it - Cell. 348 5431229 - costi da concordare

RNO Sambughetti-Campanito
DOVE: Riserva Naturale Orientata Sambughetti – Campanito Nicosia (En)
DESCRIZIONE: Splendido itinerario ricco di interessanti contenuti geologico-naturalistici lungo il quale verranno riscoperte usanze e tradizioni legate alla montagna siciliana. L’itinerario ad anello si snoderà lungo suggestivi sentieri d’alta quota, visitando e fotografando i principali siti d’ interesse ambientale della Riserva Naturale Orientata Sambughetti-Campanito”.
CONTATTI: Associazione Escursionistica Sentieri Innovativi sentierinnovativi@tiscali.it Giacomo Giaimi 3381450210 - costi da concordare

 

 

SITI DI INFORMAZIONE TURISTICA
www.comune.capizzi.me.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *