Appennino Bike Tour presentato a Santa Margherita di Staffora (PV) durante il ciclo di eventi Oltrepedalando

Alla scoperta dell’Oltrepò Pavese conosciuto anche come “Vecchio Piemonte”, una delle tre aree territoriali della provincia di Pavia. Lo scorso weekend il team di Appennino Bike Tour è stato accolto in Lombardia a Santa Margherita di Staffora, in occasione dell’iniziativa Oltrepedalando, un ciclo di eventi organizzato dalla Fondazione Sviluppo Oltrepò nell’ambito del progetto OltrepòBioDiverso, selezionato dal Bando AttivaAree promosso dalla Fondazione Cariplo.

Al primo evento in programma, nel Comune di Santa Maria della Versa, è stato affrontato il tema della filosofia della bicicletta e delle sfide innovative dell’Oltrepò con la partecipazione di Francesco Moser campione del ciclismo italiano, Claudio Gregori giornalista della Gazzetta dello Sport e Gino Cervi storico del ciclismo e scrittore.
Il team di Appennino Bike Tour è stato poi accompagnato dal vice-sindaco di Santa Margherita di Staffora, Eleonora Albertazzi, in un giro turistico tra vigneti e paesaggi appenninici dell’Oltrepò, ammirando tra gli altri anche il Castello di Zavattarello fino a raggiungere il Ristorante Albergo Staffora, gestito dalla famiglia Gandolfi una gestione che si tramanda da ben quattro generazioni.
Calorosa l’accoglienza dal paese, dei titolari del locale e dei figli Luca e Andrea Gandolfi, quest’ultimo Sindaco di Santa Margherita di Staffora, che con grande passione e attaccamento alle proprie radici hanno raccontato e messo in luce le numerose bellezze del proprio Comune. Un paesino abitato da meno di cinquecento abitanti e caratterizzato da un territorio particolarmente esteso e ricco di percorsi adatti alla mountain bike, trekking ed in generale ideali per una vacanza all’aria aperta e in tranquillità. L’occasione è stata ghiotta anche per assaporare e gustare le numerose specialità del territorio come salumi nostrani, ravioli di brasato, punta di vitello al forno fino ai digestivi caserecci preparati con erbe e frutti locali.
E’ stata poi organizzata una giornata in quota a 1330 m slm a Pian del Poggio, punto di partenza della Seggiovia oggi utilizzata non solo in inverno ma anche nelle altre stagioni dai biker. Presso il Rifugio si è poi tenuta la tavola rotonda, organizzata dalla fondazione Cariplo, un momento di confronto tra diverse esperienze, locali e nazionali. In questa occasione è stato presentato Appennino Bike Tour che transiterà a Santa Margherita di Staffora lunedì 17 luglio alla terza tappa del Giro, Ronco Scrivia – Brallo di Pregola, un percorso di 67.1 chilometri che a partire da Ronco Scrivia attraverserà Isola del Cantone, Montessoro, Roccaforte Ligure, Rocchetta Ligure, Cabella Ligure e Cosola fino a raggiungere Brallo di Pregola percorrendo un dislivello di 2.118 metri.

Particolarmente entusiasta Enrico Della Torre – Presidente di Appennino Bike Tour che afferma: “E’ stato un appuntamento importante durante il quale abbiamo condiviso strategie e l’impegno comune nel valorizzare il territorio dell’Appennino. Grazie ad eventi di questo genere è possibile riflettere sullo sviluppo dell’Appennino analizzando i punti di forza e debolezza del territorio”.