Dal Parco Nazionale del Pollino a quello della Sila, Appennino Bike Tour nel cuore della Calabria

L’arrivo emozionante a San Benedetto Ullano: i bambini cantano l’inno di Mameli.Amiamola quest’Italia!#appenninobiketour

Posted by Omar Di Felice on Wednesday, 11 April 2018

Giorno dopo giorno è un susseguirsi di emozioni e stamattina San Benedetto Ullano, prima tappa della giornata dopo la partenza da Sant’Agata di Esaro, ha regalato una meravigliosa sorpresa al team di Appennino Bike Tour. L’arrivo del Giro è stato infatti salutato dai bambini della scuola elementare statale ‘Temistocle Conforti’ che hanno intonato l’inno di Mameli sventolando le bandierine bianco-azzurre, i colori della Manifestazione. Un momento davvero significativo e indimenticabile.
Il gruppo si è poi intrattenuto a parlare con i piccoli studenti di sostenibilità e territorio insieme al Sindaco Maria Rosaria Capparelli e la sosta è terminata con una presentazione di prodotti tipici tra cui le frese integrali, olive schiacciate e sott’olio, ricotta e caciocavallo di capra, vini Gaglioppo (rosso) e Pecorello (bianco).

Intorno alle 13.30 la prima ammiraglia del Giro è poi arrivata ad Aprigliano ed è stata accompagnata a visitare per il secondo anno consecutivo la foresta di Casale Lardone. All’interno della Tenuta sono presenti esemplari di rare sequoie alte più di trenta metri e larghe sette che ancora una volta hanno lasciato tutti a bocca aperta. Giganti del passato, monumenti naturali la cui maestosità impone rispetto e riflessione sull’importanza del nostro ambiente. Si può arrivare qui anche in bici: è sufficiente seguire il percorso di Appennino Bike Tour, la piu grande ciclo-via d’Italia.
I componenti del team insieme al Vicesindaco e Assessore alla Cultura Dorella Zinga e al Consigliere con delega allo Sport Emiliano Spina hanno poi atteso in Paese l’arrivo della seconda ammiraglia e di Omar accompagnato dai ragazzi della GigaBike.
Il viaggio è poi ripartito verso Taverna.

Attraversare le foreste della Sila è davvero un’esperienza unica, circondati da una vegetazione mista di aghifoglie e latifoglie, il silenzio scandito di tanto in tanto da un alito di vento che fa muovere i rami degli alberi ed il profumo di resina…questa è stata la cornice nella quale ha pedalato il campione Di Felice rimanendone entusiasta. Intorno alle 17.30 il gruppo è così arrivato a Taverna dove ad attenderlo all’interno dell’ex Convento Domenicano vi era il Sindaco Sebastiano Tarantino accompagnato da alcuni rappresentanti istituzionali.
Appennino Bike Tour è quindi proseguito in direzione Amaroni, ultima tappa della giornata.

Ad Amaroni, Città del miele, il Sindaco Luigi Ruggiero e gli amministratori hanno accolto l’arrivo della tappa e salutato calorosamente il Campione Di Felice che anche oggi ha percorso oltre 200 chilometri con un dislivello pari a 5.000 metri.
Domani una nuova giornata attende il team che approderà in Sicilia, arrivando precisamente a Monforte San Giorgio in provincia di Messina, dopo aver attraversato i comuni-tappa di Fabrizia – Santa Cristina d’Aspromonte e Scilla.

Anche oggi sono stati sottoscritti gli Accordi di collaborazione tra le amministrazioni e Vivi Appennino con l’obiettivo di dare avvio ad una raccolta firme per portare all’attenzione del Ministero delle Infrastrutture e del Parlamento la ciclo-via più grande dì’Italia lungo le strade secondarie dell’Appennino.