A Bologna il Festival dei sapori dell’Appennino – Mipaaf Bellanova: “Valorizziamo le aree interne, le tradizioni e tipicità di questi territori”

Roma, 17 gennaio 2020 – Dal 20 al 22 marzo la città di Bologna ospiterà a Palazzo Re Enzo la quarta edizione di Cibò so Good – Festival dei sapori d’Italia, con protagonista l’Appennino unito dal filo conduttore della Ciclo-Via Appenninica che, attraverso il racconto del viaggio, evidenzierà il grande valore delle tipicità eno-gastronomiche delle aree interne.

“Come Ministero parteciperemo al Festival ritenendo che sia fondamentale sensibilizzare sulla  tutela e la rilevanza delle zone interne, contrastando l’abbandono e lo spopolamento, sostenendo e rafforzando la silvicoltura e l’agricoltura sostenibili e di qualità. Si tratta di un settore economico rilevante che mentre produce ha cura della terra, del paesaggio, e della salute delle persone – dichiara la  Ministra Bellanova – Investire sull’Appennino vuol dire credere nel futuro di questi territori, mettendo a dimora occupazione, rigenerazione del paesaggio, tutela ambientale e valorizzazione di identità e tipicità. Vogliamo rispondere a quanto di drammatico accade sul territorio nazionale con frane, smottamenti, alluvioni, dissesto idrogeologico – sottolinea la Ministra – con un protagonismo dell’agricoltura e dell’agroalimentare al centro dell’agenda politica del Governo, valorizzando la montagna che tiene unito il nostro Paese”.

Sulla stessa linea Enrico Della Torre – Direttore Generale Vivi Appennino che commenta: “Siamo entusiasti dell’attenzione che la Ministra Bellanova ha dimostrato verso l’iniziativa confermando la sua disponibilità a partecipare e ad intervenire. Per la prima volta i principali attori del nostro Appennino, da Nord a Sud del Paese, si ritroveranno nel cuore della città di Bologna raccontando con decine di eventi ed iniziative le tante eccellenze che caratterizzano questi luoghi”.

Numerosi sono i Sindaci che già si stanno adoperando per l’evento, tra questi Alessandro Porco di Aprigliano, in provincia di Cosenza, promotore dell’incontro con il Ministro che afferma: “La Calabria parteciperà con le sue bellezze paesaggistiche e con l’accoglienza della sua gente per far conoscere le sue ricchezze artistiche, culturali e per offrire i suoi prodotti eno-gastronomici”.

Entra nel dettaglio degli aspetti organizzativi Stefano Odorici, promotore del Festival, che evidenzia: “Sono attesi produttori, consorzi ed enti rappresentativi di oltre 350 prodotti DOP, IGP e tipici della dorsale appenninica. Grazie alla collaborazione con Confcommercio Ascom Bologna, Legambiente, Federparchi, Federazione Ciclistica Italiana e diverse altre realtà stiamo programmando una kermesse ricca di incontri, laboratori del gusto, corsi di cucina e tanto altro ancora”.