Appennino Bike Tour, la ciclovia dell’Appennino nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano

Appennino Bike Tour, la ciclovia dell’Appennino nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano

Si è conclusa ieri, lunedì 19 luglio 2021, la quarta giornata di Appennino Bike Tour, il Giro dell’Italia che non ti aspetti.

Salutato Bardi con il suggestivo castello illuminato dal sorgere del sole, il team ha raggiunto Corniglio, in provincia di Parma, dove il testimone della rinascita, portato dal Sindaco di Bardi Giancarlo Mandelli, è stato accolto dal Sindaco Giuseppe Delsante e dal Vice Sindaco Matteo Cattani. Dopo i saluti di rito, Barbara Vernizzi dei Parchi del Ducato ha illustrato le bellezze naturalistiche e paesaggistiche del Parco dei Cento Laghi, dando utili consigli agli amanti della bicicletta. Sostenibilità e rispetto dell’ambiente sono i fili conduttori che accompagnano il Giro di tappa in tappa, elementi che vengono ogni volta rafforzati con l’inaugurazione della colonnina di ricarica per le e-bike donata al Comune da Misura e la firma del Documento Climate Change. Successivamente, mentre i ciclisti si ristoravano all’ombra degli alberi, cullati da una leggera brezza, alcuni membri del team si sono recati al Caseificio Sociale di Ponte Bratica per scoprire i segreti della lavorazione del Parmigiano Reggiano.

Nel tardo pomeriggio le ammiraglie del giro sono arrivate a Ligonchio, frazione del Comune di Ventasso immersa nel verde del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, terra natia della famosa cantante Iva Zanicchi, soprannominata dai più “l’Aquila di Ligonchio”. L’accoglienza è calorosa: l’Assessore al Turismo Marco Correggi fa gli onori di casa accogliendo la carovana e introducendo quelle che sono le bellezze del territorio. In attesa dell’arrivo dei ciclisti, conosciamo importanti realtà del territorio: “La Bodda in Ca”, un negozio dove si possono acquistare confetture di more, ribes, mirtilli e lamponi raccolti nei dintorni di Ligonchio, ma anche oggetti di artigianato locale rigorosamente realizzati a mano; il CUPRA (Cusna Pra d’Arena), un negozio di abbigliamento sportivo da montagna gestito da giovani guide che noleggiano anche e-bike. All’arrivo dei ciclisti l’Assessore Correggi inaugura la colonnina di ricarica per le e-bike e appone la sua firma al patto per la cooperazione al cambiamento climatico. Infine, prima della cena al Rifugio dell’Aquila – importante struttura ricettiva del territorio – la nomina ad Ambasciatrice dell’Appennino di Angela Viola di KAMart in residence APS da parte di Sebastiano Venneri di Legambiente, che ha accompagnato i ciclisti nella tappa Corniglio – Ligonchio.

Torna in alto