Appennino Bike Tour, la ciclovia dell’Appennino saluta la Calabria e sbarca in Sicilia

Appennino Bike Tour, la ciclovia dell’Appennino saluta la Calabria e sbarca in Sicilia

Salutata Santa Cristina d’Aspromonte, la giornata è iniziata a Scilla, lì dove l’Appennino bacia il mare. Questo Paese risulta differente da tutti gli altri: unisce il territorio appenninico dell’Aspromonte alle bellezze del mar Tirreno. Qui ad accogliere l’arrivo del Giro il Comando dei Carabinieri e della Polizia Locale, il Presidente del Consiglio Comunale Domenico Scarano e il Presidente di Legambiente Calabria. Sul lungomare è stata inaugurata la colonnina di ricarica per le e-bike donata al Comune da Misura, è stata affissa la poesia di Alessandro Ricci ed è stato siglato il patto per il cambiamento climatico. Oltre a ciò, Legambiente ha riconosciuto il titolo di Ambasciatrice dell’Appennino all’entomologa Elvira Castiglione e, come Ambasciatori dell’Appennino, l’entomologo Francesco Manti e il Presidente dell’Associazione Guide Ufficiali del Parco Nazionale dell’Aspromonte Luca Lombardi.

Passato lo stretto di Messina con il traghetto, dopo una sosta a Saponara, siamo giunti a Monforte San Giorgio, splendida località circondata dai Monti Peloritani e dominata dal Colle dell’Immacolata, un’altura dalla cui sommità lo sguardo spazia fino al mare. Il team, assieme alla Senatrice Barbara Floridia, è stato accolto con musica tradizionale tipica dei giorni di festa ed ha inaugurato la colonnina di ricarica per le e-bike, affisso la poesia della serie “Borracce di Poesia” e siglato il patto per il cambiamento climatico.

L’impegno della Senatrice in questi anni è stato tenace per la Ciclovia dell’Appennino, e grazie alle sue azioni e a quelle dell’Onorevole Roberto Traversi sono stati trovati i fondi per installare la cartellonistica. Importante anche la presenza dell’Amministratore Delegato di Mangiatorella, Ing. Pietro Federico, partner di revisione che fin dagli albori ha creduto ed investito nel progetto, un progetto che punta alla sostenibilità, così come le località dove sgorga l’acqua imbottigliata da questa azienda nascono in luoghi incontaminati. Qui Domenico Romano viene nominato Ambasciatore dell’Appennino per il suo impegno sulle due ruote per costruire un futuro più sostenibile e green. Immancabile, tra i sapori della tradizione, l’arancino e la granita.

Domani il team sarà ancora in Sicilia.

Torna in alto